Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il piano A2A per l’utility lombarda
09/12/2017 - Pubblicato in news nazionali

Il passaggio chiave sarà nei prossimi giorni. Se con le delibere di indirizzo i principali consigli comunali coinvolti daranno il via libera alla Multiutility della Lombardia, A2A riuscirà a mettere in rete tutte le Province (eccetto Mantova) di una delle Regioni più ricche d’Europa dopo avere già chiuso l’anno scorso l’acquisizione del 51% di Lgh. La strada, per certi versi, ricalca quella seguita in passato dal colosso tedesco Rwe, ma nel caso specifico A2A e tutte le società coinvolte dal riassetto – con il supporto dell’advisor Pwc – hanno elaborato uno schema particolare, ora all’esame dei soci pubblici, che individua una quadratura del cerchio sotto il profilo finanziario e degli equilibri di governance. A2A, infatti, avrà il 40% circa di Acsm-Agam, l’utility di Como e Monza (di cui oggi la stessa A2A detiene già il 24%, ma non consolida), che a sua volta incorporerà le municipalizzate di Lecco e Provincia (Lario Reti Holding), Valtellina e Valchiavenna (Aevv) e Varese (Aspem). Tutti i soci pubblici di queste aziende riceveranno in cambio azioni della quotata Acsm-Agam e ne deterranno così la magioranza, con una partecipazione tra il 45% e il 48%. Al di là delle cifre puntuali del nuovo assetto azionario, ancora soggette a possibili aggiustamenti, c’è un punto fermo: A2A, che conferirà alla nuova entità alcuni impianti idroelettrici in provincia di Como oltre al 9,4% detenuto in Aevv e al 90% di Aspem, svolgerà il ruolo di partner industriale. A2A, con il proprio peso industriale e finanziario, dovrà supportare le municipalizzate lombarde – tutte aziende competitive oggi ma di fronte a un futuro sfidante – a difendere il proprio ruolo sul territorio: nelle gare sulla filiera ambientale e soprattutto sul gas negli ambiti di Como, Monza, Lecco e Varese (dove 2i Rete Gas è pronta a giocare le proprie carte), senza dimenticare la liberalizzazione del mercato elettrico del 2019.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e Mercati (pag. 23)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

CO2, il balzo dei prezzi dei permessi di emissione nel 2019

Nel 2019 bastava un prezzo della CO2 di meno di 12 euro la tonnellata per rendere più conveniente la generazione a gas rispetto a quella a carbone. Nel 2019 il “prezzo” della CO2 (dei permessi Ets) è stato molto più alto,
[leggi tutto…]

Di Maio e tariffe gas Austria, interrogazione di Leu e +Europa a Conte

È urgente e fondamentale capire esattamente quale sia la posizione che il Governo italiano intende assumere rispetto al tema costi di importazione del gas naturale da altri paesi dell'Unione europea
[leggi tutto…]

Primi carichi di Gnl Usa respinti in Europa

L’Europa sembrava in grado di assorbire ogni eccesso di gas liquefatto
[leggi tutto…]