Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Più petrolio da Libia e Russia
22/09/2016 - Pubblicato in news internazionali

Più petrolio è in arrivo dalla Libia, dalla Russia e anche dagli Stati Uniti. Ma le quotazioni del barile sono comunque rimbalzate, grazie a un nuovo calo delle scorte americane e al risveglio di qualche aspettativa sugli incontri Opec-Russia della prossima settimana: il Brent ha chiuso a 46,83 $ (+2,1%), il Wti a 45,34 $ (+2,9%). Lo sviluppo più suggestivo è il faccia faccia tra Arabia Saudita e Iran, che fonti Bloomberg rivelano si sia svolto ieri in segreto nel quartier generale viennese dell’Opec: un elemento in più, ad alimentare la possibilità di una qualche forma di accordo ad Algeri.

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza&Mercati – Sissi Bellomo (pag. 36)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Saipem trova il tris in Australia

Due notizie hanno aiutato Saipem nella risalita in borsa di ieri, che ha visto il titolo chiudere a 3,86€ con un guadagno del 2,4%.
[leggi tutto…]

“Blocca trivelle”, l'impatto sulle attività upstream

In attesa che la maggioranza di Governo prenda una decisione sul cosiddetto “blocca trivelle”, è importante mettere a fuoco i riflessi che le misure restrittive che si vorrebbero adottare potrebbero avere sulle attività upst
[leggi tutto…]

Non solo Tap: il gas dell’Est all’assalto della Puglia

Non si è ancora sopita la polemica contro il Tap, che già si profilano altri gasdotti in Puglia.
[leggi tutto…]