Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il petrolio Wti ritrova quota 65 dollari
25/01/2018 - Pubblicato in news internazionali

Il petrolio ha scalato nuovi record portandosi per la prima volta da tre anni sopra 65 dollari al barile nel caso del Wti. Un ennesimo balzo avanti, favorito dal dollaro debole, ma anche da un ulteriore calo delle scorte di greggio americane e da nuove rassicurazioni sulla prosecuzione dei tagli produttivi di Opec e Russia. Dagli Usa arrivano buone notizie sulle scorte di greggio. Gli analisti si aspettavano una risalita, invece sono scese per la decima settimana consecutiva, una sequenza che non si verificava dal 1982. La discesa ha accelerato in modo impressionante con l’entrata in funzione dell’oleodotto Diamond, che consente flussi da 200mila barili/giorno. Il Wti ieri ha chiuso a 65,61 $/barile (+1,8%), accorciando le distanza col Brent che a 70,53$ (+0,8%) ha concluso anche esso ai massimi da dicembre 2014.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza & Mercati – Sissi Bellomo (pag. 34)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]