Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Nel petrolio gli Usa ai massimi dagli Anni 70
02/06/2018 - Pubblicato in news internazionali

La produzione americana di petrolio tocca i 10 milioni e 474 mila barili al giorno, come non succedeva dagli Anni 70. Il numero è stato diffuso dalla Us Energy Information Administration e si riferisce al marzo; ma vista la tendenza alla crescita che si consolida da diversi mesi, è verosimile che al momento gli Usa siano già andati ben oltre, e secondo gli analisti entro la fine del 2018 raggiungeranno gli 11 milioni di barili al giorno. Così scavalcheranno la Russia come primo produttore mondiale. Questa crescita è promossa dallo “shale oil”, il petrolio non convenzionale. Comunque il mondo sembra in grado di assorbire questo flusso extra: la domanda globale cresce mentre il Venezuela e Iran escono dal mercato, come conferma la Total che proprio ieri ha rinunciato (per ragioni politiche) a un gigantesco investimento petrolifero in Iran.

Fonte: La Stampa – Luigi Grassia (pag. 22)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Oil, cinema e reti gas, dove la Cina apre (ma non troppo)

Aperture nella manifattura avanzata, nel settore estrattivo, nei trasporti e nell’intrattenimento entreranno in vigore in Cina dal 30 luglio.
[leggi tutto…]

La guerra delle petroliere. Londra minaccia Teheran

Stessa scena del 4 luglio, ma stavolta sono i pasdran mascherati che da un elicottero atteranno sulla petroliera britannica e sequestrano la nave che aveva appena varcato lo stretto di Hormuz.
[leggi tutto…]

Eni, dal Parlamento tunisino ok ad accordo per diritti di transito Ttpc

Il Parlamento tunisino ha ratificato l’accordo con Ttpc, controllata di Eni, per il transito attraverso il Paese nordafricano del gas di provenienza algerina.
[leggi tutto…]