Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio al top da oltre 2 anni
10/11/2017 - Pubblicato in news internazionali

Le turbolenze politiche in Arabia Saudita con la purga anticorruzione, sommata alle tensioni aumentate nei confronti dell’Iran, hanno fatto aumentare l’instabilità del primo esportatore al mondo di petrolio. Martedì 7 novembre il Brent ha raggiunto la quotazione più alta dal 2015, a 64,5 dollari/barile. Dallo scorso anno il riequilibrio del mercato mondiale del petrolio ha subito un’accelerazione, ha dichiarato il segretario generale dell’Opec, Mohammed Barkindo. Secondo le previsioni di Capital Economic, i prezzi del petrolio diminuiranno se cesseranno le tensioni interno all’Arabia Saudita, mentre la produzione dei paesi fuori dall’Opec aumenterà nei prossimi mesi.


Fonte: Italia Oggi – Giovanni Galli (pag. 16)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Il gas torna più caro in Europa con la CO2

Sul principale hub nel Vecchio continente, il Ttf olandese, il gas è arrivato a 14 €/MWh sul mercato del giorno prima
[leggi tutto…]

Border tax, Ets e neutralità carbonica: le promesse di Von der Leyen

Obiettivo di neutralità climatica al 2050 entro i primi 100 giorni di mandato da presidente: questa la promessa contenuta nelle lettere con cui Ursula von der Leyen chiede l'appoggio dei Socialisti e democratici e ai Liberali di Renew Europe p
[leggi tutto…]

Transitgas, così le cessioni Eni nel quarto trimestre

Nell'ambito delle procedure Eni per la cessione di capacità di trasporto gas dal Nord Europa avviate la scorsa estate per l'anno termico 2018-2019, Eni ha reso noto oggi il numero definitivo di lotti offerti relativamente al 4° trimes
[leggi tutto…]