Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, tensione sui prezzi rischio shock energetico
22/05/2018 - Pubblicato in news internazionali

Il caro-petrolio è tornato. Penalizza i consumatori occidentali; mette in difficoltà grosse economie emergenti come l’India; ricostruisce ricchezze in Arabia Saudita e in Russi. Ieri il greggio Brent era a quota 79 dollari. Alla congiuntura attuale contribuiscono le sanzioni americane. Il caro-petrolio a sua volta ha una ricaduta sui tassi. Con i Treasury Bond decennali oltre il 3% di rendimento, il debito pubblico Usa frutta più di quello di molte nazioni europee. E il dollaro si rafforza.

Fonte. La Repubblica – Federico Rampini (pag. 22)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Primi carichi di Gnl Usa respinti in Europa

L’Europa sembrava in grado di assorbire ogni eccesso di gas liquefatto
[leggi tutto…]

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]