Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, il taglio aiuta obiettivo a 60 dollari
19/12/2016 - Pubblicato in aspetti tecnici,news internazionali

Il petrolio potrebbe proseguire nei prossimi mesi sulla via del rialzo, dopo l’accordo dell’Opec per ridurre la sua produzione di 1,2 milioni di barili al giorno e la scelta dei paesi non aderenti al cartello di ridurre a loro volta l’offerta di 600 mila barili al giorno (la sola Russia contribuirà per circa la metà di questo ammontare). È l’opinione di diversi analisti, tra cui spicca Goldman Sachs, secondo cui il prezzo della commodity potrebbe balzare nel primo semestre del 2017 oltre quota 60 dollari al barile se gli accordi verrano seguiti dai fatti. Ma, avverte la banca, si naviga a vista.

Fonte: La Repubblica, Affari & Finanza – S.D.P. (pag. 53)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Obiettivo di Eni: sostenibilità e transizione energetica

Il mondo dell’energia sta cercando di evolvere nella direzione di una maggiore sostenibilità
[leggi tutto…]

Eni, rosso da 7,34 miliardi. Taglia spese, investimenti e anche il dividendo

Eni chiude il “peggior semestre nella storia dell’oil&gas”, due materie deprezzate del 57% da gennaio, con un rosso di 7,34 miliardi di euro legato molto a svalutazioni di magazzino. I conti nuovi, del secondo trimestre, sono comunqu
[leggi tutto…]

Sad e gas per usi industriali, supplemento di istruttoria

La Commissione interministeriale per lo studio e l’elaborazione di proposte per la transizione ecologica e per la riduzione dei sussidi ambientalmente dannosi (Sad) ha formulato alcune proposte normative volte a rimodulare sette Sad previsti nel rel
[leggi tutto…]