Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, Stati Uniti più lontani dal sogno dell’indipendenza
24/03/2016 - Pubblicato in news internazionali

Gli Stati Uniti sono tornati ad importare petrolio ai ritmi del 2013 e ne esportano meno dell’anno scorso, quando le vendite all’estero non erano ancora state liberalizzato. Una situazione paradossale, che contribuisce a mantenere sotto pressione il prezzo del barile. Le scorte Usa, da tempo a livelli record, continuano infatti ad aumentare, nonostante la produzione di shale oil sia finalmente in calo. Sono fenomeni legati a distorsioni di prezzo, ma così le scorte non riescono a scendere.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 42)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Aramco fa incetta di gas americano

L’Arabia saudita, tra i maggiori esportatori al mondo di petrolio, non disdegna il gas americano
[leggi tutto…]

Tariffe gas Germania e Francia, l’Italia scrive a Bruxelles

Una valutazione urgente sulla coerenza dei regimi tariffari adottati da Germania e Francia rispetto alla metodologia Ue in materia di tariffe armonizzate del gas
[leggi tutto…]

Non sono Eni e Total, la Libia fa accordi in Usa e Germania

La compagnia petrolifera libica Noc è riuscita comunque ad inaugurare la sua prima sede internazionale, a Houston.
[leggi tutto…]