Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il petrolio si spinge al record da tre anni
11/04/2018 - Pubblicato in news internazionali

Le quotazioni del petrolio hanno ripreso a correre, guadagnando oltre il 5% nelle ultime due sedute e spingendosi al record da tre anni: il Brent ieri ha chiuso a 71,04 $/barile, salendo subito dopo la fine della seduta a 71,34$/barile, livello che non toccava da dicembre 2014. Il Wti ha invece chiuso a 65,51$. L’umore sui mercati finanziari è tornato positivo grazie al tono conciliatori di un discorso del presidente Xi che ha allontanato il timore di una guerra commerciale con gli Usa. Ad alimentare gli acquisti sul petrolio è anche un recente cambio di strategia da parte dell’Arabia Saudita, che ha provocato forti reazioni. Saudi Aramco ha alzato a sorpresa i prezzi di listo del suo greggio per le consegne di maggio in Asia: una variazione del cosiddetto Official selling price che è apparsa arbitraria e non in linea con le metodologie di calcolo impiegate dalla compagnia.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza&Mercati – Sissi Bellomo (pag. 28)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni, rosso da 7,34 miliardi. Taglia spese, investimenti e anche il dividendo

Eni chiude il “peggior semestre nella storia dell’oil&gas”, due materie deprezzate del 57% da gennaio, con un rosso di 7,34 miliardi di euro legato molto a svalutazioni di magazzino. I conti nuovi, del secondo trimestre, sono comunqu
[leggi tutto…]

Sad e gas per usi industriali, supplemento di istruttoria

La Commissione interministeriale per lo studio e l’elaborazione di proposte per la transizione ecologica e per la riduzione dei sussidi ambientalmente dannosi (Sad) ha formulato alcune proposte normative volte a rimodulare sette Sad previsti nel rel
[leggi tutto…]

Sussidi dannosi: sul tavolo rimodulazioni di 7 Sad, ma cautela su accise gas

La commissione interministeriale sui sussidi ambientalmente dannosi ha individuato proposte per la rimodulazione di sette Sad
[leggi tutto…]