Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, nella sfida con il Wti il Brent amplia il paniere
21/02/2017 - Pubblicato in news internazionali

Per la prima volta da dieci anni il paniere del Brent si prepara ad accogliere una nuova qualità di greggio: il norvegese Troll, che contribuirà alla formazione del benchmark di prezzo a partire dal 1° gennaio 2018. La novità, comunicata ieri da S&P Global Platts, non è solo un dettaglio tecnico, ma si inserisce in un contesto più ampio, che vede il riferimento di prezzo europeo sempre più insidiato nel suo ruolo dominante sui mercati petroliferi. Inoltre, ci potrebbero essere anche ricadute sui rapporti di forza sul mercato stesso, con un contrappeso allo strapotere di Royal Dutch Shell sugli scambi fisici che influenzano il benchmark: ad estrarre il greggio Troll – destinato a pesare per il 20% nel paniere del Brent – è infatti la compagnia norvegese Statoil. L’annuncio è arrivato in un momento delicato su questo fronte. Shell è infatti tornata al centro delle polemiche per l’intensa attività di trading (sia di carichi fisici che di contratti derivati), che insieme alla forte presenza nell’arena del Mare del Nord la mette potenzialmente in grado di manipolare il mercato.

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza&mercati – Sissi Bellomo (pag. 34)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni, più petrolio e per compensare nascerà in Africa una superforesta

Il Piano industriale Eni da qui al 2022 prevede da un lato, l’aumento di petrolio e gas naturale estratti dai suoi giacimenti in giro per il mondo almeno del 3,5% all’anno.
[leggi tutto…]

Crisi climatica, un allarme insufficiente

Il Climate Change Performance Index (CCPI), un indicatore messo a punto congiuntamente da Germanwatch, NewClimate Institute e Climate Action Network, consente di valutare le politiche energetico-climatiche dei singoli paesi
[leggi tutto…]

Gas, mercato libero e accise: l'audizione di Eni sul Pec

In occasione dell'audizione su Sen e Piano Energia e Clima, Eni ha caldeggiato un approccio sinergico basato sulla cooperazione delle fonti in cui “la scelta delle migliori soluzioni viene lasciata al mercato”.
[leggi tutto…]