Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, scorte in calo grazie ai “tagli”
14/12/2016 - Pubblicato in news internazionali,stoccaggi

Il patto Opec-non Opec per tagliare la produzione di petrolio potrebbe ridurre le scorte al ritmo di 600mila barili al giorno nei prossimi sei mesi. La previsione è dell’Agenzia internazionale per l’energia (Aie), che sottolinea però che per raggiungere l’obiettivo sarà necessaria un’adesione «pronta e piena» alle nuove quote produttive. «Le prime settimane saranno chiaramente cruciali per determinare se i tagli vengono implementati e se il recente rialzo del prezzo del petrolio durerà». Il Brent, che dopo il vertice del 30 novembre ha guadagnato oltre il 15%, si è mantenuto anche ieri sopra 55 dollari al barile. Qualche segnale di riequilibrio tra domanda e offerta si osserva già sui mercati petroliferi: le scorte di greggio e prodotti raffinati nei paesi Ocse, evidenzia l’Aie, si sono ridotte per il terzo mese consecutivo in ottobre, cosa che non succedeva dal 2011, anche se superano tuttora di 300 milioni di barili la media degli ultimi 5 anni.

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza&mercati – Red. (pag. 40)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Greggi in aumento. Le tensioni sulla Brexit e in Siria aumentano la volatilità

Le quotazioni del petrolio hanno inanellato due sedute positive, nonostante il rafforzamento del dollaro sull'euro.
[leggi tutto…]

Saipem trova il tris in Australia

Due notizie hanno aiutato Saipem nella risalita in borsa di ieri, che ha visto il titolo chiudere a 3,86€ con un guadagno del 2,4%.
[leggi tutto…]

“Blocca trivelle”, l'impatto sulle attività upstream

In attesa che la maggioranza di Governo prenda una decisione sul cosiddetto “blocca trivelle”, è importante mettere a fuoco i riflessi che le misure restrittive che si vorrebbero adottare potrebbero avere sulle attività upst
[leggi tutto…]