Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, produzione Usa ai massimi da agosto 2015
20/04/2017 - Pubblicato in news internazionali

Su tre barili di petrolio che l’Opec riesce a togliere dal mercato, uno viene “restituito” dagli Stati Uniti: la produzione americana di greggio è aumentata di ben 482mila barili al giorno dall’inizio dell’anno, quando è entrato in vigore il piano di tagli dell’Organizzazione, e la settimana scorsa ha raggiunto 9,252 milioni di bg, il massimo da agosto 2015. Il dato, riferito dall’Energy Information Administration (Eia), è solo l’ennesima conferma di una tendenza già evidente: da mesi gli operatori dello shale oil stanno riattivando impianti di perforazione. Ma ieri ha contribuito ad accelerare il ritmo delle vendite sui mercati petroliferi, spingendo le quotazioni del greggio in ribasso del 4%, ai minimi da due settimane (il Wti ha chiuso a 50,44 $/barile, il Brent a 52,93 $).

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 26)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Forniture gas, la Polonia vince l’arbitrato con la Russia

Al termine di una disputa legale durata cinque anni, il Tribunale arbitrale di Stoccolma ha accolto le tesi della polacca Pgnig, che nel 2015 aveva presentato ricorso contro Gazprom per i termini di prezzo del contratto di fornitura gas di lungo-termine f
[leggi tutto…]

Idrogeno verde, per la competitività servono 150 mld $ in 10 anni

L'idrogeno verde, prodotto per elettrolisi dall'acqua attraverso elettricità da fonte rinnovabile, è una strada promettente, ma per renderlo economicamente sostenibile – con un costo di un dollaro al kg – servono incent
[leggi tutto…]

Snam, dal Golfo alla Cina

Due anni fa Snam si è aggiudicata la gara per la privatizzazione di Desfa, la società dei gasdotti in Grecia
[leggi tutto…]