Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, produzione Usa ai massimi da agosto 2015
20/04/2017 - Pubblicato in news internazionali

Su tre barili di petrolio che l’Opec riesce a togliere dal mercato, uno viene “restituito” dagli Stati Uniti: la produzione americana di greggio è aumentata di ben 482mila barili al giorno dall’inizio dell’anno, quando è entrato in vigore il piano di tagli dell’Organizzazione, e la settimana scorsa ha raggiunto 9,252 milioni di bg, il massimo da agosto 2015. Il dato, riferito dall’Energy Information Administration (Eia), è solo l’ennesima conferma di una tendenza già evidente: da mesi gli operatori dello shale oil stanno riattivando impianti di perforazione. Ma ieri ha contribuito ad accelerare il ritmo delle vendite sui mercati petroliferi, spingendo le quotazioni del greggio in ribasso del 4%, ai minimi da due settimane (il Wti ha chiuso a 50,44 $/barile, il Brent a 52,93 $).

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 26)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Il gas torna più caro in Europa con la CO2

Sul principale hub nel Vecchio continente, il Ttf olandese, il gas è arrivato a 14 €/MWh sul mercato del giorno prima
[leggi tutto…]

Border tax, Ets e neutralità carbonica: le promesse di Von der Leyen

Obiettivo di neutralità climatica al 2050 entro i primi 100 giorni di mandato da presidente: questa la promessa contenuta nelle lettere con cui Ursula von der Leyen chiede l'appoggio dei Socialisti e democratici e ai Liberali di Renew Europe p
[leggi tutto…]

Transitgas, così le cessioni Eni nel quarto trimestre

Nell'ambito delle procedure Eni per la cessione di capacità di trasporto gas dal Nord Europa avviate la scorsa estate per l'anno termico 2018-2019, Eni ha reso noto oggi il numero definitivo di lotti offerti relativamente al 4° trimes
[leggi tutto…]