Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, il prezzo in ribasso non mette ansia ai mercati
03/07/2017 - Pubblicato in news internazionali

Per tutto il 2016 il petrolio sembrava aver trovato la forza per risollevare le proprie quotazioni, ponendo così fine a una crisi che dura ormai da tre anni, ma nel secondo trimestre del 2017 il rialzo si è sgonfiato. Dopo aver a lungo cercato di mantenersi sopra i 55 dollari al barile, il greggio è sceso di nuovo a quota 42 dollari dimostrando che i presupposti per una crescita stabile ancora non ci sono. Nonostante il calo, le principali borse non sembrano averne risentito. Secondo gli economisti il calo non è più un segnale di frenata della congiuntura. Questo però non significa che il ribasso non abbia mietuto vittime: la principale rimane l’Opec, che ad oggi non è in grado di gestire il prezzo del greggio, tra disaccordi interni e produttori statunitensi di shale oil che hanno mostrato grande capacità di sopravvivenza.

Fonte: La Repubblica, Affari&finanza – Marco Frojo (pag. 35)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, ok Arera a seconda sessione aste capacità dall’Algeria

Le difficoltà degli operatori a ottenere i requisiti di partecipazione in tempo utile ha fatto sì che l’asta tenutasi lo scorso primo luglio per l’assegnazione di capacità gas dall’Algeria presso il punto di ent
[leggi tutto…]

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]