Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Sul petrolio pesano le sanzioni contro Venezuela e Iran
08/03/2019 - Pubblicato in news internazionali

Le sanzioni americane contro il Venezuela e l’Iran stanno provocando danni crescenti non solo ai Paesi nel mirino della Casa Bianca ma anche all’interno del mercato globale del petrolio. La disponibilità di alcune qualità di greggio si è assottigliata e minaccia di diminuir nei prossimi mesi. La teoria secondo cui il petrolio usa verrà in soccorso ai consumatori di tutto il mondo, sembra più frutto di propaganda che altro: lo shale oil ha infatti caratteristiche diverse rispetto alle forniture che stanno venendo a mancare. Le sanzioni contro il petrolio di Caracas in particolare stanno avendo conseguenze molto pesanti: imposte da poco più di un mese, hanno già aggravato in modo significativo le precarie condizioni dell’industria petrolifera locale. Gli Usa non solo erano la prima destinazione del greggio venezuelano, ma anche il primo fornitore di nafta e altri diluenti indispensabili a Pdvsa, la compagnia di stato venezuelana. Il Venezuela ha visto crollare la sua produzione a 1,1 milioni di barili al giorno a febbraio; al contrario l’export iraniano è quasi dimezzato dalla primavera scorsa, pur restando superiore al previsto intorno a 1,3 mbg.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 18)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]

Cipro, il fronte del mare. Così la corsa al gas accende incubi di guerra

Dalla scoperta del gas nel 2011 l’isola di Cipro è sempre di più il terreno di confronto tra sfidanti ben più potenti dei suoi residenti, divisi  da una linea di demarcazione da oltre cinquanta anni, turco-ciprioti e greco-
[leggi tutto…]