Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, i Paesi del G7 chiedono la fine della guerra dei prezzi
25/03/2020 - Pubblicato in news internazionali

Preoccupati per la discesa del prezzo del petrolio, ma soprattutto per la guerra dei prezzi in corso, i Paesi del G/ hanno rivolto un appello ai maggiori Paesi produttori “per cercare di aiutare gli sforzi per mantenere la stabilità economica globale”, si legge nel comunicato ufficiale diffuso al termine del G7 in videoconferenza. Il riferimento è allo scontro tra Mosca e Riad dopo il mancato accordo di due settimane fa sul taglio della produzione di greggio. Da qui la richiesta del G7 di non aumentare l’instabilità economica in un momento già difficile a causa delle conseguenze del coronavirus.

Fonte: La Repubblica - Red. (pag. 29)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Intervista a Claudio Descalzi (ceo Eni): “ A Ravenna il più grande hub della C02 al mondo”

Descalzi spiega come l’emergenza del coronavirus abbia imposto un’accelerazione sulla trasformazione energetica: “dobbiamo definitivamente allontanarci dalla volatilità delle fluttuazione del prezzo del petrolio che ci sta bloccan
[leggi tutto…]

Nell’Oil&Gas l’imperativo è cambiare pelle

Non ci sono soltanto le società americane dello shale oil ad accusare il colpo della crisi, basti pensare alle svalutazioni anticipate da BP, che potrebbero raggiungere 19,5 miliardi nel secondo trimestre
[leggi tutto…]

Energia, Patuanelli e Confindustria <<Avanti investimenti e taglio costi>>

Un impulso alla transizione energetica. Con il via libera da parte del Governo a misure che potranno ridurre il nostro gap di costi nei confronti degli altri paesi, a cominciare dai settori gasivori.
[leggi tutto…]