Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, oro e palladio. Corrono le materie prime
25/02/2019 - Pubblicato in news internazionali

Nelle ultime otto settimane il petrolio ha messo a segno un rally prossimo al 40%, risalendo a 57 dollari al barile. Il prezzo dell’oro nero ha ripreso quota anche per via delle crescenti attese per un accordo fra Usa e Cina, ma anche per il cambio di aspettative in merito alla politica monetaria della Federal Reserve. Il suo atteggiamento “da colomba” potrebbe ammorbidire l’impatto del rallentamento della crescita economica, rappresentando dunque un elemento positivo per la domanda di greggio. Fra gli strumenti finanziari maggiormente influenzati dalla politica monetario troviamo anche l’oro, risalito ai massimi da aprile 2018 a 1.350 dollari l’oncia. Non trova soste il rally del palladio, che ha ormai da tempo superato il valore dell’oro. Le quotazioni del palladio hanno toccato dei massimi storici a 1.480 dollari, per concludere le negoziazioni a 1.450, con un rialzo da inizio anno superiore al 20 per cento, sulle aspettative per un’elevata domanda in attivo nei prossimi anni nel settore dei catalizzatori per autovetture.

Fonte: La Stampa ​

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]