Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, l’Opec perde peso. Export ai minimi dal 2009
25/06/2015 - Pubblicato in news internazionali

L’Opec è sempre meno rilevante sul mercato globale del petrolio: l’anno scorso il suo peso è sceso ai minimi dal 2003 in termini di produzione, con appena il 41,8% del totale, in discesa dal 43,3% del 2013. Il risultato è molto influenzato dalle difficoltà della Libia, ma sul fronte delle esportazioni - il più importante, in quanto fonte di petrodollari - le cose non vanno molto meglio. Le cifre fornite dalla stessa Organizzazione nel nuovo Annuario statistico forniscono un quadro impietoso, che sembra giustificare la scelta strategica adottata negli ultimi vertici: difendere ad ogni costo le quote di mercato, a costo di deprimere le quotazioni del petrolio.

Fonte:Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni, più petrolio e per compensare nascerà in Africa una superforesta

Il Piano industriale Eni da qui al 2022 prevede da un lato, l’aumento di petrolio e gas naturale estratti dai suoi giacimenti in giro per il mondo almeno del 3,5% all’anno.
[leggi tutto…]

Crisi climatica, un allarme insufficiente

Il Climate Change Performance Index (CCPI), un indicatore messo a punto congiuntamente da Germanwatch, NewClimate Institute e Climate Action Network, consente di valutare le politiche energetico-climatiche dei singoli paesi
[leggi tutto…]

Gas, mercato libero e accise: l'audizione di Eni sul Pec

In occasione dell'audizione su Sen e Piano Energia e Clima, Eni ha caldeggiato un approccio sinergico basato sulla cooperazione delle fonti in cui “la scelta delle migliori soluzioni viene lasciata al mercato”.
[leggi tutto…]