Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, l'Opec allargata sta funzionando
24/01/2017 - Pubblicato in news internazionali

L'accordo tra paesi Opec e non per la riduzione di offerta di greggio sul mercato sta trovando attuazione, sia dal punto di vista concreto – c'è meno petrolio in circolazione e i prezzi si sono stabilizzati sopra quota 50 dollari – che da quello formale. Si è conclusa infatti domenica la prima riunione della commissione congiunta di monitoraggio tra i ministri del petrolio di Algeria, Kuwait, Venezuela (paesi Opec), da un lato, Russia e Oman (paesi non Opec), dall'altro. La commissione ministeriale congiunta di monitoraggio ha controllato a che punto è l'attuazione dell'accordo del 10 dicembre scorso tra paesi produttori e ha stabilito alcuni punti fermi per il suo funzionamento. Tra questi, c'è l'impegno che il segretariato Opec fornisca entro il 17 di ogni mese i dati sulla produzione di petrolio, sulla cui base poi la commissione congiunta farà le sue osservazioni, che verranno comunicate al mercato ogni mese con un comunicato ufficiale Opec.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Le emissioni non aumentano anche se l’economia è cresciuta: ecco perché è una buona notizia

Contrariamente alle attese, nel 2019 le emissioni mondiali di CO2 – il principale dei gas serra responsabili del riscaldamento globale- non sono aumentate
[leggi tutto…]

Chi vince e chi perde con il Green New Deal

New Green Deal. Sbagliare una mossa potrebbe costare salato
[leggi tutto…]

La Cina respinge carichi di Gnl e manda a picco i prezzi del gas

Forza maggiore. È questa la nuova nemesi che dalla Cina si è abbattuta sul settore del gas, già messo alla prova da climate change, guerre commerciali ed eccessi produttivi.
[leggi tutto…]