Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, l'Opec allargata sta funzionando
24/01/2017 - Pubblicato in news internazionali

L'accordo tra paesi Opec e non per la riduzione di offerta di greggio sul mercato sta trovando attuazione, sia dal punto di vista concreto – c'è meno petrolio in circolazione e i prezzi si sono stabilizzati sopra quota 50 dollari – che da quello formale. Si è conclusa infatti domenica la prima riunione della commissione congiunta di monitoraggio tra i ministri del petrolio di Algeria, Kuwait, Venezuela (paesi Opec), da un lato, Russia e Oman (paesi non Opec), dall'altro. La commissione ministeriale congiunta di monitoraggio ha controllato a che punto è l'attuazione dell'accordo del 10 dicembre scorso tra paesi produttori e ha stabilito alcuni punti fermi per il suo funzionamento. Tra questi, c'è l'impegno che il segretariato Opec fornisca entro il 17 di ogni mese i dati sulla produzione di petrolio, sulla cui base poi la commissione congiunta farà le sue osservazioni, che verranno comunicate al mercato ogni mese con un comunicato ufficiale Opec.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Snam raddoppia la sfida all’idrogeno

Snam entro fine anno porterà dal 5 al 10% il mix di idrogeno immesso nella sua rete di trasmissione
[leggi tutto…]

Il rischio geopolitico sale, ma il petrolio non corre

Nonostante la costante crescita del rischio geopolitico, il prezzo del barile resta stabile.
[leggi tutto…]

Assomet alla Camera: colmare gap di costo gas per l'industria

Migliorare la regolazione dei transiti gas tra Paesi eliminando le penalizzazioni per l'Italia dovute all'effetto "pancaking" delle tariffe di trasporto; allineare i costi del gas per l'industria italiana a quelli del Nord Europa
[leggi tutto…]