Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il petrolio naviga a vista
20/10/2015 - Pubblicato in news internazionali

Mercoledì a Vienna è in programma un incontro tecnico per uno scambio di vedute a porte chiuse sulla proposta del Venezuela mirata a far risalire il prezzo del petrolio. Un incontro, a cui sono stati invitati anche 8 paesi non Opec, che punterebbe a ridurre il tetto produttivo che oggi supera i 31 milioni di barili/giorno al fine di riportare il prezzo prima a 70 e poi a 100 dollari. Trovare una quadra su una proposta del genere non è tuttavia facile. L'Iraq non vuole saperne di parlare di quote anche perché la sua produzione, nonostante l'Isis, continua a risalire avendo raggiunto in settembre già 4,3 milioni di barili/giorno, l'Iran dal canto suo non fa mistero di voler sfruttare la fine delle sanzioni per tornare a superare quota 4 milioni (oggi è ancora sotto i 3) e quanto all'Arabia Saudita, il più importante paese esportatore continua a viaggiare sopra i 10 milioni nonostante i morsi del basso prezzo del petrolio si stiano facendo sentire anche sulle sue finanze e sul suo sistema economico.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Rally del petrolio con ipotesi tagli

Il mercato del petrolio è forse vicino a una svolta. Arabia Saudita e Stati Uniti hanno aperto la porta alla possibilità di tagli alla produzione, anche di grande entit
[leggi tutto…]

Forniture gas, la Polonia vince l’arbitrato con la Russia

Al termine di una disputa legale durata cinque anni, il Tribunale arbitrale di Stoccolma ha accolto le tesi della polacca Pgnig, che nel 2015 aveva presentato ricorso contro Gazprom per i termini di prezzo del contratto di fornitura gas di lungo-termine f
[leggi tutto…]

Idrogeno verde, per la competitività servono 150 mld $ in 10 anni

L'idrogeno verde, prodotto per elettrolisi dall'acqua attraverso elettricità da fonte rinnovabile, è una strada promettente, ma per renderlo economicamente sostenibile – con un costo di un dollaro al kg – servono incent
[leggi tutto…]