Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio ai massimi da 5 mesi. Cala ancora la produzione Usa
21/04/2016 - Pubblicato in news internazionali

Lo sciopero in Kuwait è finito, ma il petrolio non ha smesso di correre, tanto da spingersi al record da oltre 5 mesi: il Brent ha guadagnato oltre il 3% spingendosi fino a 45,88&/barile. Bisogna ringraziare lo shale oil, che continua ad arretrare, e forse in parte anche la ripresa di chiacchiere sulla possibilità di riacciuffare per i capelli un accordo per congelare la produzione, dopo il fallimento del vertice di Doha.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 35)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Primi carichi di Gnl Usa respinti in Europa

L’Europa sembrava in grado di assorbire ogni eccesso di gas liquefatto
[leggi tutto…]

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]