Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, l’Iran dice si al vertice di Algeri e il Brent risale a 50$
24/08/2016 - Pubblicato in news internazionali

Ieri, grazie all’Iran che ha suggerito una maggiore disponibilità verso un accordo per congelare la produzione, le quotazioni del barile ha invertito la rotta: il Brent che era in ribasso di oltre l’1%, ha virato al rialzo arrivando a guadagnare il 2% e riportandosi sopra 50 dollari. Da Theran non è arrivata una presa di posizione netta, capace di sciogliere i dubbi sull’esito degli incontri di fine settembre ad Algeri, ma solo “segnali positivi che potrebbero sostenere un’azione congiunta” per usare le parole della Reuters, indubbiamente scelte con cura e quasi certamente concordate con le fonti.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 22)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Oil, cinema e reti gas, dove la Cina apre (ma non troppo)

Aperture nella manifattura avanzata, nel settore estrattivo, nei trasporti e nell’intrattenimento entreranno in vigore in Cina dal 30 luglio.
[leggi tutto…]

La guerra delle petroliere. Londra minaccia Teheran

Stessa scena del 4 luglio, ma stavolta sono i pasdran mascherati che da un elicottero atteranno sulla petroliera britannica e sequestrano la nave che aveva appena varcato lo stretto di Hormuz.
[leggi tutto…]

Eni, dal Parlamento tunisino ok ad accordo per diritti di transito Ttpc

Il Parlamento tunisino ha ratificato l’accordo con Ttpc, controllata di Eni, per il transito attraverso il Paese nordafricano del gas di provenienza algerina.
[leggi tutto…]