Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, l’Iran collabora ma rivuole le sue quote
27/08/2016 - Pubblicato in news internazionali

L’Iran non intende destabilizzare il mercato del petrolio, ma vuole tornare alle quote di mercato precedenti alle sanzioni internazionali: è quanto affermato dal ministro del petrolio Bijan Zanganeh, confermando che parteciperà al vertice informale dell’Opec che si terrà il 28 e 29 settembre ad Algeri. Teheran produceva, infatti, 2,7 milioni di barili al giorno, con quasi un milione destinato all’export. Secondo il Ministro, il paese continuerà a cooperare con l’Opec, per migliorare le condizioni di mercato del greggio e il livello dei prezzi. Intanto le quotazioni petrolifere si muovevano in lieve rialzo: a Londra il Brent avanzava di 10 centesimi a 49,76 dollari e a New York il Wti era scambiato intorno a 48 dollari (+26 centesimi).

Fonte: Italia oggi – red. (pag. 23)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Non solo rinnovabili. La lezione da imparare per ripartire “verdi”

“E’ presto per calcolare gli impatti a lungo termine, ma l’industria dell’energia che uscirà da questa crisi sarà molto diversa da quella che conoscevamo”
[leggi tutto…]

Gas lanciato verso prezzi negativi in Europa, il Qatar sfida gli altri fornitori

Un crollo del gas a prezzi sotto zero potrebbe essere imminente in Europa
[leggi tutto…]

Direttiva gas, Corte Ue respinge i ricorsi di Nord Stream

La Corte di giustizia dell’Unione europea ha dichiarato irricevibili i ricorsi avviati dai consorzi Nord Stream AG e Nord Stream 2 AG contro la direttiva 2019/692 che estende le regole del mercato interno del gas alle condotte che hanno origine in P
[leggi tutto…]