Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, incombe il rischio scorte
11/02/2016 - Pubblicato in news internazionali

Le scorte petrolifere stanno aumentando così tanto che entro metà anno «ogni serbatoio e persino ogni piscina nel mondo finirà col riempirsi». Il ceo di Bp, Bob Dudley, sceglie un’immagine pittoresca per rilanciare l’allarme su un fenomeno che rischia di deprimere ulteriormente i prezzi del greggio. Per il primo semestre Dudley non esita a definirsi «molto ribassista», anche se è convinto che «nella seconda metà dell’anno il mercato inizierà a riequilibrarsi». Le statistiche settimanali Eia ieri hanno indicato a sorpresa un calo degli stock di greggio Usa, di 754mila barili, ma se si contano anche i prodotti raffinati le scorte nel complesso sono ono aumentate ancora di 0,3 mb. Quelle di benzine sono al record (+1,3 mb a 255,7 mb), così come le scorte di greggio a Cushing, salite di altri 523mila barili a 64,7 milioni. Anche per questo probabilmente il Wti ha chiuso in ribasso (-1,8% a 27,45 $), mentre il Brent è risalito (+1,7% a 30,84 $). Nel punto di consegna del Wti, dove i serbatoi di stoccaggio sono ormai vicini ai limiti operativi, si segnala già qualche difficoltà: Enterprise Product Partners, secondo fonti Reuters, avrebbe rallentato le consegne per problemi tecnici. A complicare la situazione, la domanda di greggio sta rallentando il passo.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza & Mercati – S. Bel. (pag.32)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]