Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio congelato per 6 mesi
18/10/2016 - Pubblicato in news internazionali

Il periodo più efficace per un congelamento della produzione petrolifera è quello di sei mesi, con possibilità di proroga: lo ha dichiarato il ministro dell’energia russo, Aleksandr Novak, aggiungendo che Mosca conta sul fatto che “tutte le compagnie petrolifere russe vi parteciperanno”. Nella seconda metà di ottobre si riunirà il gruppo di lavoro Russia- Arabia Saudita, istituito nell’ambito dell’accordo per stabilizzare il mercato. Il mese prossimo, poi, si riunirà la commissione intergovernativa e il 30 novembre a Vienna è prevista la riunione ufficiale dei paesi Opec, alla quale dovrebbero partecipare anche i paesi che non fanno parte del cartello, tra cui la Russia.

Fonte: Italia Oggi – Red. (pag. 23)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gazprom, in gennaio-febbraio export gas -24,6%

Nei primi due mesi del 2020 il colosso russo di Stato Gazprom, monopolista delle esportazioni di gas russo via tubo, ha registrato una flessione su anno dell'export del 24,6%
[leggi tutto…]

Energia, tlc, logistica. La riscossa italiana può iniziare dalle reti

Le reti sono state le grandi protagoniste di questa prima fase di emergenza, dimostrando una notevole “resilienza”
[leggi tutto…]

Rally del petrolio con ipotesi tagli

Il mercato del petrolio è forse vicino a una svolta. Arabia Saudita e Stati Uniti hanno aperto la porta alla possibilità di tagli alla produzione, anche di grande entit
[leggi tutto…]