Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, l’ “annus horribilis” dei produttori
31/12/2015 - Pubblicato in news internazionali

Il prezzo del greggio alla chiusura annuale del 2015 ha raggiunto i livelli minimi di undici anni fa, con il brent a quota 36,60 dollari ed il Wti a 36,70 dollari al barile. La forte crescita dello shale oil americano e le politiche dell’Opec imposte dall’Arabia Saudita hanno infatti prodotto la presente situazione, nella quale la domanda non tiene il passo dell’offerta e i prezzi sono in caduta libera.

Fonte: Il Sole 24 ore, Mercati globali – Roberto Bongiorni (pag. 2)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Un pieno di idrogeno

Spinta sull’idrogeno, decisivo a decarbonizzare il mondo
[leggi tutto…]

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]