Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, l’allarme scorte ora riguarda l’Europa
30/06/2015 - Pubblicato in news internazionali

I serbatoi di stoccaggio hanno iniziato a svuotarsi in Europa. Nell’area di Amsterdam, Rotterdam e Anversa (Ara), il principale hub degli scambi petroliferi del Vecchio continente, le giacenze sono oggi ai massimi da almeno due anni, a livelli che iniziano a sollevare il timore che lo spazio possa esaurirsi. In un mercato tuttora inondato di greggio, con un’offerta che supera la domanda di oltre 2 milioni di barili al giorno e la possibile risalita a breve delle esportazioni dall’Iran, la situazione rappresenta un ulteriore, potenziale fattore ribassista per il prezzo del barile, che negli ultimi giorni ha già ripreso a indebolirsi. Accelerando la discesa in reazione al rischio Grexit, che ha indebolito l’euro e indotto gli investitori a una fuga dal rischio, Brent e Wti ieri hanno perso oltre il 2%, fino a un minimo rispettivamente di 61,35 e 58,04 $/barile.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza & Mercati 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Elettricità e gas, i numeri UE sul primo trimestre

La combinazione delle misure di confinamento per la pandemia e di condizioni meteorologiche insolitamente buone ha determinato un'estrema volatilità nel primo trimestre 2020 sui mercati europei dell'energia
[leggi tutto…]

Energia, l’idrogeno al 13-14% nel mix europeo entro il 2050

Sullo sfondo c’è l’obiettivo di decarbonizzare l’economia europea, traguardo che verrà raggiunto anche tramite l’idrogeno, che dovrebbe crescere nel mix energetico fino al 13-14% da qui al 2050 puntando soprattutto su
[leggi tutto…]

Ad agosto arriva il gas in Puglia. Turisti sulle spiagge del Tap

Il metano che viene estratto dal Mar Caspio fino alla settimana scorsa arrivava sui monti del Pindo al confine tra la Grecia e l’Albania
[leggi tutto…]