Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, adesso è liberi tutti: sei permessi in sette giorni
23/10/2016 - Pubblicato in news nazionali,stoccaggi

La Global Petroleum è una società petrolifera australiana che ha avviato le pratiche al ministero dell’Ambiente per ottenere la Valutazione dell’Impatto Ambientale (Via). Dal 14 ottobre il ministero ne ha prima concesse due, e poi altre quattro. Ma ci sono due implicazioni a questa concessione, la prima riguarda le tecniche di ricerca per cercare gas e petrolio, la seconda è che le aree di ricerca si trovano spesso vicino aree protette. Argun è il termine che indica la tecnica che consiste nell’ispezione dei fondali marini sparando aria compressa a intervalli regolari, per capire se sotto il livello del mare ci siano petrolio e/o gas, ma molti sono quelli che considerano questa pratica irregolare. In Italia il divieto di questa pratica era stato inserito nel decreto sugli ecoreati ma poi è stato soppresso da una serie di emendamenti.

Fonte: Il Fatto Quotidiano – Virginia Della Sala (pag. 2)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]