Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Petrolio, adesso è liberi tutti: sei permessi in sette giorni
23/10/2016 - Pubblicato in news nazionali,stoccaggi

La Global Petroleum è una società petrolifera australiana che ha avviato le pratiche al ministero dell’Ambiente per ottenere la Valutazione dell’Impatto Ambientale (Via). Dal 14 ottobre il ministero ne ha prima concesse due, e poi altre quattro. Ma ci sono due implicazioni a questa concessione, la prima riguarda le tecniche di ricerca per cercare gas e petrolio, la seconda è che le aree di ricerca si trovano spesso vicino aree protette. Argun è il termine che indica la tecnica che consiste nell’ispezione dei fondali marini sparando aria compressa a intervalli regolari, per capire se sotto il livello del mare ci siano petrolio e/o gas, ma molti sono quelli che considerano questa pratica irregolare. In Italia il divieto di questa pratica era stato inserito nel decreto sugli ecoreati ma poi è stato soppresso da una serie di emendamenti.

Fonte: Il Fatto Quotidiano – Virginia Della Sala (pag. 2)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]