Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Passo indietro degli States nella lotta alla corruzione di petrolifere e minerarie
04/11/2017 - Pubblicato in news internazionali

Dopo aver abbandonato gli Accordi sul clima, gli Stati Uniti di Trump si allontanano – con meno clamore – anche dalla più mportante organizzazione internazionale che si batte contro la corruzione nell’industria petrolifera e mineraria. Con una lettera datata 2 novembre, Washington ha comunicato il «ritiro con effetto immediato» dal gruppo di Paesi che implementano gli standard dell’Eiti, la Estractive Industries Transparency Initiative: un atto che la solleva dall’impegno a rendere pubbliche le somme che lo Stato riceve dalle società estrattive e ad esigere da ultime la stessa trasparenza nel dettagliare i pagamenti a governi stranieri. I big americani del petrolio, ExxonMobil, Chevron e ConocoPhillips, sono sempre stati contrari a questo tipo di disclosure.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza & mercati – Sissi Bellomo (pag. 25)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Carbone, il Far East traina la domanda

Il commercio mondiale di carbone continua a correre sfruttando la spinta del sud-est asiatico alla ricerca di fonti di energia a prezzi bassi.
[leggi tutto…]

“Gas fondamentale per la competitività. L’Italia giochi il suo ruolo in Europa”

Intervenendo al convegno organizzato da Assocarta e Confindustria Toscana Nord su “Gas, competitività e sostenibilità ambientale nell’industria italiana”  il manager si Sofidel Luigi Lazzeschi ha sottolineato come il P
[leggi tutto…]

Scoperta Eni nel Mare del nord

Eni, attraverso la controllata Var-Energy (Eni 69,6%) e Hitec Vision (30,4%) ha annunciato una scoperta di petrolio e gas nella licenza PL 869 nel Mare del Nord norvegese.
[leggi tutto…]