Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Pandemia, preoccupazioni condivise tra Aie e Opec
17/03/2020 - Pubblicato in news internazionali

Con una comunicazione congiunta diramata dal segretariato di Vienna, i leader dell'Opec e dell'Aie hanno espresso profonda preoccupazione per la grave crisi sanitaria globale causata dal coronavirus (COVID-19) e per i relativi impatti sulla stabilità delle economie e dei mercati, in particolare nei paesi in via di sviluppo. Il direttore esecutivo dell'Agenzia internazionale dell'energia, Fatih Birol, e il segretario generale dell'Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio, Mohammad Sanusi Barkindo, hanno parlato telefonicamente per rivedere la situazione attuale nei mercati petroliferi globali. Birol e Barkindo hanno valutato l'impatto del virus e della recente volatilità ad ampio spettro del mercato finanziario e petrolifero sull'economia globale. In particolare, hanno discusso dei rischi intrinseci delle dinamiche in rapida evoluzione, compresi gli sviluppi più recenti nei mercati petroliferi globali. Birol e Barkindo hanno esaminato l'impatto sui paesi in via di sviluppo vulnerabili e hanno osservato che se le attuali condizioni di mercato continuano, il loro reddito da petrolio e gas diminuirà del 50% - 85% nel 2020, raggiungendo i livelli più bassi in oltre due decenni, secondo recente analisi Aie. È probabile che ciò abbia importanti conseguenze sociali ed economiche, in particolare per la spesa del settore pubblico in settori vitali come l'assistenza sanitaria e l'istruzione.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]

Cipro, il fronte del mare. Così la corsa al gas accende incubi di guerra

Dalla scoperta del gas nel 2011 l’isola di Cipro è sempre di più il terreno di confronto tra sfidanti ben più potenti dei suoi residenti, divisi  da una linea di demarcazione da oltre cinquanta anni, turco-ciprioti e greco-
[leggi tutto…]