Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa E ora anche Merkel mette in discussione Nord Stream 2
08/09/2020 - Pubblicato in news internazionali

La volontà di ultimare la costruzione del gasdotto Nordstream 2 è stata messa per la prima volta in dubbio da Angela Merkel, che solo dieci giorni fa aveva ribadito che il futuro del gasdotto non sarebbe stato messo in discussione dall’avvelenamento del leader russo all’opposizione Navalny. Il portavoce della Merkel ha ribadito nella giornata di ieri che tutte le opzioni sono da considerarsi sul tavolo in caso di sanzioni contro la Russia. La linea di chi sostiene Nordstream a qualsiasi costo politico  per la tesi che la Germnia non può permettersi un taglio al gas mentre esce da carbone e nucleare è debole. Secondo i calcoli del think tank DIW infatti, il raddoppio della fornitura di gas di Nordstream 2 non è “necessario” né per la Germania né per l’Europa, in quanto la domanda di gas calerà nei prossimi anni per centrare gli obiettivi climatici e il Green Deal, inoltre il gas è molto costoso rispetto all’energia rinnovabile, ciò provoca un eccesso di offerta di gas sui mercati internazionali.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Isabella Buffacchi (pag. 22)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Grigio, blu o verde. I conti in tasca all’idrogeno arcobaleno

Pronti, via, anche l’Italia entra ufficialmente nella partita dell’idrogeno
[leggi tutto…]

Gas Intensive, "la battaglia sullo spread di prezzo è alla fase decisiva"

Intervista a Paolo Culicchi, voce storica dell'industria manifatturiera e energy intensive italiana e presidente del consorzio dei grandi consumatori di gas Gas Intensive
[leggi tutto…]

L’industria del gas taglia le emissioni di metano

La direzione è stata messa nero su bianco nella Strategia Ue presentata a ottobre che fissala road map per ridurre le emissioni di metano sia nel Vecchio Continente che a livello internazionale
[leggi tutto…]