Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’opposizione di Roma blocca a Bruxelles il gasdotto dei record
06/03/2019 - Pubblicato in news internazionali

Lo sbocco in Italia è previsto a Otranto, una trentina di chilometri a sud di Melendugno, il luogo in cui terminerà il Tap. Il progetto EastmeMed è già stato approvato dai precedenti governi italiani e l’Ue si è impegnata a cofinanziare i lavori. La firma dell’accordo definitivo è prevista entro la fine di marzo, ma ora l’Italia ha fatto sapere di volere più tempo. A EastMed, un progetto da sei miliardi di euro e da 2.000 km di condutture (di cui 1.300 in mare), porterebbe in Europa 15-20 miliardi di metri cubi di gas naturale l’anno dai giacimenti al largo di Israele e di Cipro, via Grecia, favorendo la diversificazione energetica e riducendo così la dipendenza dalla Russia.Bruxelles si è tenuta una riunione dei ministri dell’Energia e il sottosegretario Cioffi ha invitato a rivolgersi ai piani più alti del ministero dello Sviluppo Economico per avere chiarimenti sulla posizione ufficiale dell’Italia. Ma non è ancora arrivata nessuna spiegazione ufficiale.

Fonte: La Stampa – Marco Bresolin (pag. 4)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni rivede lo scenario e annuncia rettifiche per 3,5 miliardi

Eni conferma la propria strategia di decarbonizzazione al 2050, ma dopo l’aggiornamento di fine marzo, rivede ulteriormente le proprie stime alla luce dell’emergenza coronavirus
[leggi tutto…]

Snam, sprint su rete e progetti

Se c’è un dato che più di altri racconta il potenziale di Snam sul fronte dell’idrogeno è che il 70% dei suoi metanodotti è realizzato con tubi pronti ad accoglierne il passaggio. Non a caso, ad aprile 2019, la soci
[leggi tutto…]

L’idrogeno dà prospettiva a Snam

Snam avrà un ruolo crescente nella transizione energetica basata anche sull’idrogeno
[leggi tutto…]