Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’opposizione di Roma blocca a Bruxelles il gasdotto dei record
06/03/2019 - Pubblicato in news internazionali

Lo sbocco in Italia è previsto a Otranto, una trentina di chilometri a sud di Melendugno, il luogo in cui terminerà il Tap. Il progetto EastmeMed è già stato approvato dai precedenti governi italiani e l’Ue si è impegnata a cofinanziare i lavori. La firma dell’accordo definitivo è prevista entro la fine di marzo, ma ora l’Italia ha fatto sapere di volere più tempo. A EastMed, un progetto da sei miliardi di euro e da 2.000 km di condutture (di cui 1.300 in mare), porterebbe in Europa 15-20 miliardi di metri cubi di gas naturale l’anno dai giacimenti al largo di Israele e di Cipro, via Grecia, favorendo la diversificazione energetica e riducendo così la dipendenza dalla Russia.Bruxelles si è tenuta una riunione dei ministri dell’Energia e il sottosegretario Cioffi ha invitato a rivolgersi ai piani più alti del ministero dello Sviluppo Economico per avere chiarimenti sulla posizione ufficiale dell’Italia. Ma non è ancora arrivata nessuna spiegazione ufficiale.

Fonte: La Stampa – Marco Bresolin (pag. 4)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]