Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Opec verso quote individuali?
10/09/2016 - Pubblicato in news internazionali

Vista la difficoltà ad accordarsi su un congelamento della produzione di petrolio, la discussione all’interno dell’Opec sembra essersi spostata su un’ipotesi di ripristino delle quote individuali: la strada che l’Iran suggeriva nei giorni scorsi. La soluzione rischierebbe di avere addirittura un impatto negativo sul prezzo del barile: «La maggior parte dei paesi - avverte Olivier Jakob di Petromatrix - sta chiedendo un livello produttivo che includa un margine per continuare la crescita». Un accordo qualsiasi, anche in chiave minore, consentirebbe però all’Opec quanto meno di salvare la faccia, evitando che il vertice di Algeri si traduca in flop come quello di Doha. Il ripristino delle quote - abbandonate a livello individuale dal 2011 e collettivo dallo scorso dicembre - è comunque un passo ineludibile e di cruciale importanza per l’Organizzazione, che solo così può sperare in futuro di recuperare una capacità di intervento sul mercato del petrolio. Il prezzo del barile, intanto, è già tornato a scendere: il Brent ha perso il 4% a 48,01 $.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e Mercati – Sissi Bellomo (pag. 25)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]