Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Opec verso un accordo (forse) ma non ad Algeri
27/09/2016 - Pubblicato in news internazionali

Un passo dopo l’altro l’Opec si sta forse avvicinando alla meta di un accordo per sostenere il mercato del petrolio. È questo è il messaggio che arriva - o meglio, che viene fatto arrivare - dalla capitale algerina, dove i ministri del gruppo hanno cominciato a riunirsi. Avranno tempo fino a domani per cercare di appianare le divisioni, che tuttora sembrano importanti. Il mercato è pronto a inseguire il vento delle nuove aspettative: dopo una seduta con livelli di volatilità altissimi Brent e Wti hanno chiuso con un rialzo superiore al 3%, cancellando quasi del tutto i ribassi della settimana scorsa. Una reazione che sembrerebbe irrazionale, considerato che ormai quasi tutti parlano di vertice solo interlocutorio. Tra questi c’è anche il segretario generale dell’Opec, Mohammed Barkindo, divenuto molto più cauto dopo il vortice di bilaterali delle ultime settimane: ad Algeri, dice, ci saranno solo «consultazioni» ed è «prematuro» affermare che le posizioni si stanno avvicinando.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Sissi Bellomo (pag. 3)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

“Gas fondamentale per la competitività. L’Italia giochi il suo ruolo in Europa”

Intervenendo al convegno organizzato da Assocarta e Confindustria Toscana Nord su “Gas, competitività e sostenibilità ambientale nell’industria italiana”  il manager si Sofidel Luigi Lazzeschi ha sottolineato come il P
[leggi tutto…]

Scoperta Eni nel Mare del nord

Eni, attraverso la controllata Var-Energy (Eni 69,6%) e Hitec Vision (30,4%) ha annunciato una scoperta di petrolio e gas nella licenza PL 869 nel Mare del Nord norvegese.
[leggi tutto…]

Eni, più petrolio e per compensare nascerà in Africa una superforesta

Il Piano industriale Eni da qui al 2022 prevede da un lato, l’aumento di petrolio e gas naturale estratti dai suoi giacimenti in giro per il mondo almeno del 3,5% all’anno.
[leggi tutto…]