Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’Opec spinge per ottenere forti tagli anche da Mosca
25/11/2016 - Pubblicato in news internazionali,stoccaggi

L’Opec sta spingendo per ottenere robusti tagli di produzione di petrolio anche da paesi che non appartengono all’Organizzazione. La richiesta potrebbe essere di una riduzione di 880mila barili al giorno, per sei mesi a partire dal 1° gennaio. Se venissero attuati, si tratterebbe di tagli poderosi, capaci di portare in deficit il mercato del petrolio, accelerando lo smaltimento delle scorte. Restano ancora diversi ostacoli da rimuovere: nell’Opec ci sono riserve sia da parte dell’Iran che, in parte, dell’Iraq, mentre il russo Novak  ha di nuovo ribadito che preferirebbe limitarsi a congelare la produzione. Lunedì a Vienna, due giorni prima del vertice, è stato fissato un altro incontro tecnico tra funzionari dell’Opec e di alcuni paesi non Opec.

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza&mercati – Red. (44)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas: a novembre frenano le centrali, industria ancora in caduta

Consumi di gas italiani in calo a novembre per una flessione a doppia cifra del termoelettrico, la prima riduzione da nove mesi in questo settore di consumo, e un nuovo forte calo dell'industria che hanno compensato la ripresa della domanda per risca
[leggi tutto…]

Il gas russo apre la via per la Cina: l’Europa non è più l’unico mercato

Per la prima volta un gasdotto russo punta in direzione opposta all’Europa
[leggi tutto…]

Il Qatar scopre nuove riserve di gas e accelera con il Gnl

Il Qatar scopre nuove risorse di gas nel giacimento più ricco del mondo e rilancia ancora nella corsa per dominare il mercato globale di Gnl:
[leggi tutto…]