Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa All’Opec la partita è ancora tra Iran e Arabia Saudita
05/11/2016 - Pubblicato in news internazionali

Nel’era dello shale oil e del trading algoritmico l’Opec conserva una straordinaria capacità di influenzare il mercato del petrolio. L’ennesima dimostrazione si è avuta ieri, quando le quotazioni del barile si sono tuffate in ribasso del 2,5% - ai minimi da agosto - per poi riemergere invariate nel giro di un’ora e mezza, solo per la minaccia di Riad di inondare i mercati di greggio se l’Iran non si fosse allineata al piano dei tagli. Ma vi sono altri fattori che influenzano negativamente i prezzi come la forza dell’industria petrolifera americana.

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza&mercati – Sissi Bellomo (pag. 25)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Energia, l’idrogeno al 13-14% nel mix europeo entro il 2050

Sullo sfondo c’è l’obiettivo di decarbonizzare l’economia europea, traguardo che verrà raggiunto anche tramite l’idrogeno, che dovrebbe crescere nel mix energetico fino al 13-14% da qui al 2050 puntando soprattutto su
[leggi tutto…]

Ad agosto arriva il gas in Puglia. Turisti sulle spiagge del Tap

Il metano che viene estratto dal Mar Caspio fino alla settimana scorsa arrivava sui monti del Pindo al confine tra la Grecia e l’Albania
[leggi tutto…]

Dalla lotta alle frodi al taglio dei sussidi

Lo chiamano “Pins”, Piano di politica economico-finanziaria per l'Innovazione e la sostenibilità, ed è la new entry annunciata nel Programma nazionale di riforma (Pnr), che servirà a organizzare tutti i piani preesist
[leggi tutto…]