Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’Opec accelera la marcia verso i mercati finanziari
30/05/2017 - Pubblicato in news internazionali

L’Iraq ha rivelato di volersi accostare all’hedging per proteggere dalle fluttuazioni di prezzo fino ad un quarto della propria produzione di greggio. Il Messico, uno dei pochi paesi non-Opec a impegnarsi in questo tipo di attività, vende in anticipo circa 250 milioni di barili all’anno attraverso opzioni. Al Amri, direttore generale della SOMO (State Oil Marketing Organization) ha parlato dei piani di Baghdad dicendo che si è ancora alle fasi iniziali e che il processo è lungo; bisogna prima assicurarsi che non esista il rischio di perdere denaro. L’Opec ha inoltre iniziato ad incoraggiare i propri membri ad assumere direttamente un ruolo attivo sui mercati.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 28)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Eni, più petrolio e per compensare nascerà in Africa una superforesta

Il Piano industriale Eni da qui al 2022 prevede da un lato, l’aumento di petrolio e gas naturale estratti dai suoi giacimenti in giro per il mondo almeno del 3,5% all’anno.
[leggi tutto…]

Crisi climatica, un allarme insufficiente

Il Climate Change Performance Index (CCPI), un indicatore messo a punto congiuntamente da Germanwatch, NewClimate Institute e Climate Action Network, consente di valutare le politiche energetico-climatiche dei singoli paesi
[leggi tutto…]

Gas, mercato libero e accise: l'audizione di Eni sul Pec

In occasione dell'audizione su Sen e Piano Energia e Clima, Eni ha caldeggiato un approccio sinergico basato sulla cooperazione delle fonti in cui “la scelta delle migliori soluzioni viene lasciata al mercato”.
[leggi tutto…]