Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa L’ondata di freddo spinge l’import di gas
21/01/2017 - Pubblicato in news nazionali

Il sistema di infrastrutture del Paese ha risposto bene alla forte domanda di gas per il freddo: c’è stato un maggiore ricorso alle importazioni e agli stoccaggi. A fronte di un fabbisogno più elevato il Paese ha finito per pompare più gas dall’estero in linea con quanto decretato dal Mise in merito allo stato d’allerta. L’intero sistema ha retto bene per la diversificazione delle fonti d’approvvigionamento e di stoccaggio. Da domenica 8 gennaio, Stogit – il braccio di Snam che si occupa di attività di stoccaggio – ha erogato più volumi di gas. Nessun timore però, per gli stoccaggi l’Italia resta dopo la Germania il Paese con capacità di deposito maggiore in Europa.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Celestina Dominelli (pag.2)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Aramco fa incetta di gas americano

L’Arabia saudita, tra i maggiori esportatori al mondo di petrolio, non disdegna il gas americano
[leggi tutto…]

Tariffe gas Germania e Francia, l’Italia scrive a Bruxelles

Una valutazione urgente sulla coerenza dei regimi tariffari adottati da Germania e Francia rispetto alla metodologia Ue in materia di tariffe armonizzate del gas
[leggi tutto…]

Non sono Eni e Total, la Libia fa accordi in Usa e Germania

La compagnia petrolifera libica Noc è riuscita comunque ad inaugurare la sua prima sede internazionale, a Houston.
[leggi tutto…]