Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Nomine, l’ultimo blitz Profumo va a Leonardo Del Fante ad delle Poste
17/03/2017 - Pubblicato in news nazionali

La partita delle nomine, nelle ultime ore di gioco, prende abbrivio e tre grandi partecipate statali vanno al cambio dei vertici, con nomi di rilievo. Come quello di Alessandro Profumo, ex Unicredit e Mps che il governo ha chiamato per diventare ad di Leonardo al posto di Mauro Moretti. Nuovi capi anche alle Poste, dove Matteo Del Fante sarà presto ad al posto di Francesco Caio, e in Terna, dove il sostituto di Del Fante va scelto in una rosa stretta, che sarà scremata stamani, prima del cda dell’azionista Cassa Depositi, anticipato di una decina di giorni perché (una volta sistemati i tasselli “pesanti”) governo e Tesoro hanno preferito comunicare insieme tutte le nomine aziendali in scadenza: oltre a quelle citate ci sono Eni, Enel, Enav e altre minori, per un centinaio di poltrone calde. Ieri il premier Paolo Gentiloni e il ministro del Tesoro Pier Carlo Padoan si sono incontrati per un confronto sulle materie di giornata. Come sempre la vigilia delle decisioni sulle liste - che forse saranno diffuse già stasera a mercati chiusi, o al più tardi lunedì 20, data ultima in tempo per l’assemblea Eni del 13 aprile - è un momento di grande tensione tra i poteri della politica e dell’economia. La corsa dell’ultima ora si è incentrata su Poste e Leonardo (l’ex Finmeccanica), i due dossier “di cambiamento” dopo che il governo aveva stabilito di concedere un altro triennio ai vertici dell’Eni (ad Claudio Descalzi, presidente Emma Marcegaglia) e dell’Enel (ad Francesco Starace, presidente Patrizia Grieco).

Fonte: La Repubblica – Andrea Greco, Roberto Petrini (pag. 26)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]