Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa No Tap, si cerca una mediazione
02/04/2017 - Pubblicato in news nazionali

Tap riprende l’espianto degli ulivi ma la contestazione resta. I camion intrappolati nel presidio sono stati costretti a tornare indietro nella zona dell’espianto. L’espianto volge al termine, restano ancora poche decine di alberi da portare via. Ieri cantiere cinturato all’alba e si riprende. I manifestanti hanno cambiato obiettivo: bloccano l’accesso all’area di reimpianto con donne e bambini. Lavori quasi ultimati: pochi alberi ancora da espiantare, camion carichi pronti al trasporto e molti ulivi già reimpiantati.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Impresa & Territori – Domenico Palmiotti (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Oil, cinema e reti gas, dove la Cina apre (ma non troppo)

Aperture nella manifattura avanzata, nel settore estrattivo, nei trasporti e nell’intrattenimento entreranno in vigore in Cina dal 30 luglio.
[leggi tutto…]

La guerra delle petroliere. Londra minaccia Teheran

Stessa scena del 4 luglio, ma stavolta sono i pasdran mascherati che da un elicottero atteranno sulla petroliera britannica e sequestrano la nave che aveva appena varcato lo stretto di Hormuz.
[leggi tutto…]

Eni, dal Parlamento tunisino ok ad accordo per diritti di transito Ttpc

Il Parlamento tunisino ha ratificato l’accordo con Ttpc, controllata di Eni, per il transito attraverso il Paese nordafricano del gas di provenienza algerina.
[leggi tutto…]