Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Con le navi del metano l’Italia darà più gas
09/09/2019 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Il gas sarà il combustibile di transizione verso un sistema energetico più pulito e il gas naturale liquefatto (gnl) è destinato a superare le forniture via gasdotto. In Italia il Piano nazionale integrato per l’energia e il clima vede il gas come prima fonte energetica al 37% del mix primario nel 2030, contro il 31% del petrolio e il 28% delle rinnovabili, dopo l’azzeramento del carbone. Il mercato del Gnl è quello più dinamico, che viene trasportato via nave invece che via tubo e quindi consente una grande flessibilità delle fonti di approvvigionamento e una maggiore concorrenza tra i fornitori . Saranno gli Stati Uniti a guidare l’espansione globale del Gnl. Il mercato del gas non è come quello del petrolio, perché non esiste un’Opec del gas. E’ impossibile cercare di controllare le dinamiche di prezzo, soprattutto grazie alla presenza di un concorrente mondiale come gli Stati Uniti. La previsione, quindi, in un contesto di espansione del gas, è che il lavoro non mancherà per il terminale di Porto Viro, in provincia di Rovigo, unico grande impianto di rigassificazione in Italia, collocato in posizione strategica: a metà strada fra i produttori mediorientali e i centri di consumo del Nord Europa.

Fonte: Il Corriere della Sera – L’economia – Elena Comelli (pag.28)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]

UE, due bandi per progetti d’interesse comune

La Commissione europea ha aperto due call for applications per progetti nell'ambito delle reti intelligenti (“smart grids”) e delle reti per il trasporto della CO2 da far rientrare nel quinto elenco di progetti d'interesse comune &nd
[leggi tutto…]