Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Nasce l’”Opec” dei consumatori di Gnl
24/03/2017 - Pubblicato in news internazionali

La rivoluzione nel mercato del Gas naturale liquefatto (Gnl) accelera il passo, con il lancio – anticipato a maggio – del future sul combustibile da parte dell’InterContinental Exchange (Ice) e con un punto di ferro fra i tre maggiori acquirenti mondiali del combustibile, per strappare condizioni di fornitura più favorevoli. Protagonisti di quella che sembra quasi un’”Opec di consumatori” sono la sudcoreana Korea Gas Corp (Kogas), la giapponese Jera  e la cinese China National Offshore Oil Corp (Cnooc) che insieme assorbono circa un terzo della produzione mondiale del Gnl. Le tre società hanno siglato un Memorandum d’intesa che getta le basi per una stretta collaborazione nelle trattative con i fornitori, in particolare per convincerli a rimuovere dai contratti le cosiddette clausole di destinazione, che impediscono di rivendere a terzi il gas. Inoltre l’arrivo sul mercato del Gnl “made in Usa” non ha soltanto creato un precedente, ma sta contribuendo a ingrossare un eccesso di offerta che nei prossimi anni è destinato a crescere a dismisura; il prezzo sport del Gnl è crollato di oltre il 70% rispetto ai picchi del 2014.

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza&mercati – Sissi Bellomo(pag. 39)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]