Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Nasce l’”Opec” dei consumatori di Gnl
24/03/2017 - Pubblicato in news internazionali

La rivoluzione nel mercato del Gas naturale liquefatto (Gnl) accelera il passo, con il lancio – anticipato a maggio – del future sul combustibile da parte dell’InterContinental Exchange (Ice) e con un punto di ferro fra i tre maggiori acquirenti mondiali del combustibile, per strappare condizioni di fornitura più favorevoli. Protagonisti di quella che sembra quasi un’”Opec di consumatori” sono la sudcoreana Korea Gas Corp (Kogas), la giapponese Jera  e la cinese China National Offshore Oil Corp (Cnooc) che insieme assorbono circa un terzo della produzione mondiale del Gnl. Le tre società hanno siglato un Memorandum d’intesa che getta le basi per una stretta collaborazione nelle trattative con i fornitori, in particolare per convincerli a rimuovere dai contratti le cosiddette clausole di destinazione, che impediscono di rivendere a terzi il gas. Inoltre l’arrivo sul mercato del Gnl “made in Usa” non ha soltanto creato un precedente, ma sta contribuendo a ingrossare un eccesso di offerta che nei prossimi anni è destinato a crescere a dismisura; il prezzo sport del Gnl è crollato di oltre il 70% rispetto ai picchi del 2014.

Fonte: Il Sole 24Ore, Finanza&mercati – Sissi Bellomo(pag. 39)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Elettricità e gas, i numeri UE sul primo trimestre

La combinazione delle misure di confinamento per la pandemia e di condizioni meteorologiche insolitamente buone ha determinato un'estrema volatilità nel primo trimestre 2020 sui mercati europei dell'energia
[leggi tutto…]

Energia, l’idrogeno al 13-14% nel mix europeo entro il 2050

Sullo sfondo c’è l’obiettivo di decarbonizzare l’economia europea, traguardo che verrà raggiunto anche tramite l’idrogeno, che dovrebbe crescere nel mix energetico fino al 13-14% da qui al 2050 puntando soprattutto su
[leggi tutto…]

Ad agosto arriva il gas in Puglia. Turisti sulle spiagge del Tap

Il metano che viene estratto dal Mar Caspio fino alla settimana scorsa arrivava sui monti del Pindo al confine tra la Grecia e l’Albania
[leggi tutto…]