Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il Montenegro cerca risorse in Adriatico
23/01/2016 - Pubblicato in news nazionali

Il Montenegro ha deciso di cercare il petrolio in Adriatico, di fronte alla Puglia e alle isole Tremiti. E intanto la Croazia fa il contrario, fa marcia indietro sulla ricerca di metano e greggio nel mare. Il mese scorso il ministero dell’Economia del Montenegro (ministarstvo Ekonomije Crna Gora) ha aperto la consultazione pubblica sul piano strategico del Governo per sfruttare i giacimenti in Adriatico tra le Bocche di Cattaro, davanti a Budua e Dulcigno. Di fronte alla costa barese e brindisina. Il documento di riferimento si chiama Programma di ricerca e sfruttamento di giacimenti di idrocarburi nel mare del Montenegro, una trentina di pagine accompagnate dai documenti correlati di impatto ambientale e note tecniche per le compagnie petrolifere e per i cittadini che vorranno esprimere il loro parere sul programma. Il tempo per rispondere al piano montenegrino e per offrire suggerimenti e osservazioni è il 25 febbraio. Con ogni probabilità, com’era avvenuto un anno fa con la Croazia, i comitati nimby italiani si faranno avanti inviando al Governo di Podgorica le contestazioni contro il programma montenegrino.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Commenti e Inchieste – J.G. (pag. 21)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Obiettivo di Eni: sostenibilità e transizione energetica

Il mondo dell’energia sta cercando di evolvere nella direzione di una maggiore sostenibilità
[leggi tutto…]

Eni, rosso da 7,34 miliardi. Taglia spese, investimenti e anche il dividendo

Eni chiude il “peggior semestre nella storia dell’oil&gas”, due materie deprezzate del 57% da gennaio, con un rosso di 7,34 miliardi di euro legato molto a svalutazioni di magazzino. I conti nuovi, del secondo trimestre, sono comunqu
[leggi tutto…]

Sad e gas per usi industriali, supplemento di istruttoria

La Commissione interministeriale per lo studio e l’elaborazione di proposte per la transizione ecologica e per la riduzione dei sussidi ambientalmente dannosi (Sad) ha formulato alcune proposte normative volte a rimodulare sette Sad previsti nel rel
[leggi tutto…]