Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Mise, al via riordino direzione upstream
17/11/2015 - Pubblicato in news nazionali

Questo il senso del decreto ministeriale 30 ottobre 2015 con cui il Mise ha avviato la riorganizzazione della direzione per le Risorse minerarie ed energetiche e di quella per la Sicurezza per gli approvvigionamenti, affidando a quest'ultima le funzioni relative al rilascio dei permessi di prospezione, di ricerca e delle concessioni di coltivazione di idrocarburi e di stoccaggio sotterraneo di gas naturale, nonché alla gestione delle relative entrate economiche, e lasciando alla Dgerm le attività di gestione tecnica, controllo, vigilanza e sicurezza anche ambientale delle operazioni. Gilberto Dialuce è stato nominato dirigente generale delegato alle funzioni di regolamentazione riguardanti lo sviluppo economico delle risorse naturali. Con il nuovo incarico Dialuce, che è d.g. per la sicurezza dell'approvvigionamento e le infrastrutture energetiche del Mise, eserciterà dunque funzioni relative alla definizione di priorità, linee guida, e programmi di sviluppo minerario nazionale; programmazione e autorizzazione delle attività di prospezione, ricerca, coltivazione e stoccaggio delle risorse del sottosuolo, in particolare degli idrocarburi e dei relativi impianti in mare; ufficio unico per gli espropri in materia di energia; royalty; organizzazione e segreteria delle sezioni a) e c) della Cirm. L'incarico ha durata di un anno, e comunque fino all'entrata in vigore delle modifiche al regolamento di organizzazione del Mise.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, ok Arera a seconda sessione aste capacità dall’Algeria

Le difficoltà degli operatori a ottenere i requisiti di partecipazione in tempo utile ha fatto sì che l’asta tenutasi lo scorso primo luglio per l’assegnazione di capacità gas dall’Algeria presso il punto di ent
[leggi tutto…]

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]