Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Messico, opportunità nell’oil&gas
10/01/2017 - Pubblicato in news internazionali

La progressiva apertura del mercato energetico messicano vede l’Italia tra i principali attori del processo di liberalizzazione e joint ventures. L’Enel Green Power Messico è presente nel Paese dal 2007 e investirà ancora nei prossimi anni nelle energie pulite circa 1,1 miliardi di dollari con quattro nuovi contratti; l’Eni ha già vinto una gara internazionale per l’esplorazione di idrocarburi nelle acque basse del Golfo del Messico e potrebbe arrivare a investire, secondo le stime dello stesso governo, un miliardo di dollari. Nei mesi scorsi è stato sottoscritto un accordo tra il Ministero messicano dell’Energia ed il Ministero dello Sviluppo Economico per la collaborazione nel settore energetico che darà nuovo impulso alla collaborazione bilaterale. Con il Messico è poi attivo un “Business Council” bilaterale che riunisce le maggiori aziende dei due Paesi. Inoltre le ultime missioni italiane hanno rafforzato il dialogo tra Roma e Città del Messico: la missione dell’ex ministro degli Esteri Ministro Paolo Gentiloni in Messico del marzo 2015, dell’ex premier Matteo Renzi in aprile scorso e del Presidente Mattarella a luglio scorso. Oltre all’Enel nel settore delle rinnovabili e Eni (la prima grande compagnia petrolifera internazionale ad entrare nel mercato messicano) altre aziende italiane sono presenti nel settore: Saipem, Bonatti, SICIM, Sicilsaldo, Maire Technimont, Micoperi.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Impresa e territori – Gerardo Pelosi (pag. 14)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]