Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Mercato gas, in GU decreto su pagamenti settimanali
07/06/2016 - Pubblicato in legislativa,news nazionali

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 4 giugno il decreto del ministero dello Sviluppo economico dell'11 maggio che ha approvato le modifiche alla Disciplina del mercato del gas del GME MGAS sulla gestione dei pagamenti su base settimanale. Il decreto prevede che l'entrata in vigore sia differita a data che sarà decisa in seguito dal GME previa comunicazione al Mise e resa nota sul sito del Gestore del mercato con preavviso di almeno 15 giorni. Al fine di garantire l'operatività del sistema di settlement settimanale sul MGAS (W+1) tramite lo strumento del SEPA Direct Debit Business To Business, il GME procederà a richiedere agli operatori del MGAS gli appositi mandati SEPA SDD B2B, da inviarsi secondo le modalità che verranno indicate. Resta inteso, rimarca il Gestore, che dopo l'acquisizione dei mandati, il GME non utilizzerà tale strumento di regolazione delle partite economiche fino all'entrata in vigore della nuova Disciplina MGAS. Pertanto, in attuazione di quanto disposto dal MiSE, fino alla data di avvio del nuovo sistema di settlement settimanale, l'operatività del MGAS sarà disciplinata dalle disposizioni in materia di regolazione dei pagamenti contenute nella Disciplina MGAS, nonché dalle Disposizioni tecniche di funzionamento (DTF) ad oggi vigenti.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, nasce il forum del Mediterraneo orientale

A breve sarà creato l’East Mediterranean Gas Forum (Emgf), iniziativa per “monetizzare le riserve di gas del Mediterraneo orientale”
[leggi tutto…]

La nuova strategia dell’Eni: ora più Medio Oriente

Eni si ritrova insediata a pieno titolo negli Emirati (ad Abu Dhabi e a Sharja), in Bahrain e in Oman
[leggi tutto…]

Tap, chiuso project financing da 3,9 mld €

Tap ha completato un project financing da 3,9 miliardi di euro, erogato da un gruppo di 17 banche commerciali insieme alla Banca europea per gli investimenti e alla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo
[leggi tutto…]