Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Meno petrolio dal Canada
10/05/2016 - Pubblicato in news internazionali

Gli incendi che continuano a divorare l’Alberta, regione delle oil sands canadesi, hanno già smesso di sostenere le quotazioni del petrolio. Dopo un’ulteriore impennata al mattino, il barile ha invertito la rotta e concluso la giornata in forte ribasso: -3,8% per il Brent di luglio, che ha chiuso a 43,63 $ dopo essersi spinto fino a 46,48 $, e -2,7% per il Wti di giugno (a 43,44 $ dopo un picco di 45,94$). I giacimenti sono stati per ora risparmiati dalle fiamme. Gli investitori hanno comunque preferito vendere.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 42)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gazprom, in gennaio-febbraio export gas -24,6%

Nei primi due mesi del 2020 il colosso russo di Stato Gazprom, monopolista delle esportazioni di gas russo via tubo, ha registrato una flessione su anno dell'export del 24,6%
[leggi tutto…]

Energia, tlc, logistica. La riscossa italiana può iniziare dalle reti

Le reti sono state le grandi protagoniste di questa prima fase di emergenza, dimostrando una notevole “resilienza”
[leggi tutto…]

Rally del petrolio con ipotesi tagli

Il mercato del petrolio è forse vicino a una svolta. Arabia Saudita e Stati Uniti hanno aperto la porta alla possibilità di tagli alla produzione, anche di grande entit
[leggi tutto…]