Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Medea, il gas di Sassari va a Italgas
07/04/2018 - Pubblicato in news nazionali

Hera ha perfezionato la cessione a Italgas del 100% di Medea, società titolare della concessione per la distribuzione e vendita di gas a Sassari. L’acquisizione fa seguito all’accordo vincolante firmato in dicembre. La valorizzazione complessiva di Medea ammonta a 24,1 milioni di euro. Il prezzo è stato corrisposto interamente per cassa, al netto dell’indebitamento. L’operazione rientra nell’ambito di un ampio processo di razionalizzazione delle partecipazioni del gruppo Hera e di concentrazione nei territori di riferimento. Il passaggio di testimone a Italgas, principale operatore italiano nel settore, guidato dall’ad Paolo Gallo, è avvenuto dopo una collaborazione ventennale tra Hera e le amministrazioni comunali che si sono succedute nel tempo e che ha permesso di trasformare Medea nella principale realtà del comparto in Sardegna. Grazie a investimenti superiori a 20 milioni di euro a favore del territorio, la società serva attualmente circa 13 mila clienti, residenti nel centro abitato di Sassari, ai quali distribuisce annualmente un volume di gas di oltre 5 milioni di metri cubi

Fonte: ItaliaOggi – red. (pag. 22)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Gas, ok Arera a seconda sessione aste capacità dall’Algeria

Le difficoltà degli operatori a ottenere i requisiti di partecipazione in tempo utile ha fatto sì che l’asta tenutasi lo scorso primo luglio per l’assegnazione di capacità gas dall’Algeria presso il punto di ent
[leggi tutto…]

Cipro, Snam in gara per rigassificatore galleggiante

Snam ha presentato una manifestazione di interesse nella  gara bandita dall’azienda pubblica del gas cipriota Defa, per la realizzazione di un terminale di rigassificazione galleggiante Fsru, con relativi moli e gasdotti
[leggi tutto…]

Phase-out carbone, A2A punta sul gas anche a Monfalcone

Arriva l’ufficialità: anche a Monfalcone A2A intende sostituire la centrale a carbone con il gas. La chiusura dell’impianto esistente da oltre 300 MW potrebbe arrivare anche prima della data del 2025 fissata dal Pniec.
[leggi tutto…]