Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Materie prime al rialzo, il petrolio resta un rebus
08/05/2017 - Pubblicato in news internazionali

Il riscatto delle commodity dopo anni di sofferenza potrebbe essere molto vicino: il 2017 ha fatto registrare un balzo in avanti delle quotazioni  che promette di consolidarsi nei mesi futuri. L’assunto di partenza è che vi è una relazione inversa tra banconota verde e quotazioni di oro e petrolio e laddove il dollaro si deprezza, a un Paese importatore serviranno più dollari per comprare oro o petrolio con il conseguente aumento dei prezzi di questi ultimi. Ma non sempre la storia ha dimostrato la validità di questa “relazione”.  Escludendo il settore energetico, il 2017 si è aperto positivamente per i principali indici delle materie prime. In merito al petrolio, a fronte di una domanda mondiale che non si preannuncia particolarmente brillante, le due incognite da monitorare saranno il livello di produzione Opec e la conseguente reazione dell’offerta dei Paesi non Opec.

Fonte: La Repubblica, Affari&Finanza – Luigi dell’Olio (pag. 48)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Le emissioni non aumentano anche se l’economia è cresciuta: ecco perché è una buona notizia

Contrariamente alle attese, nel 2019 le emissioni mondiali di CO2 – il principale dei gas serra responsabili del riscaldamento globale- non sono aumentate
[leggi tutto…]

Chi vince e chi perde con il Green New Deal

New Green Deal. Sbagliare una mossa potrebbe costare salato
[leggi tutto…]

La Cina respinge carichi di Gnl e manda a picco i prezzi del gas

Forza maggiore. È questa la nuova nemesi che dalla Cina si è abbattuta sul settore del gas, già messo alla prova da climate change, guerre commerciali ed eccessi produttivi.
[leggi tutto…]