Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La Libia stronca il rimbalzo del petrolio
20/06/2017 - Pubblicato in news internazionali

Ieri il Wti ha ripreso a scendere verso quota 44 dollari/barile. Le quotazioni dell’oro nero con il passare delle ore sono andate in rosso per le notizie sulla crescente produzione in Libia. Si tratta di 885 mila barili al giorno e obiettivo è quello del milione di barili quotidiani entro la fine di luglio. Tripoli è escluso dal piano di tagli alla produzione in atto tra i paesi Opec. L’ultima prova dell’eccesso di greggio sui mercati è arrivata dalla Cina: Sinopec e PetroChina hanno dato il via ad una guerra dei prezzi contro le major stranieri portandoli ai minimi di 21 centesimi di dollari al litro.

Fonte: MF – Antonio Lusardi (pag. 7)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Tariffe gas Germania, Crippa: “Rischio alterazione concorrenza”

Il Governo prende posizione sulla spinosa questione della tariffe di trasporto gas tedesche
[leggi tutto…]

Trasporto gas, Francia proroga tariffe ai punti di interconnessione

L'authority francese per l'energia, Cre, ha stabilito di prorogare di sei mesi la validità delle tariffe di trasporto gas ai punti di interconnessione delle reti transalpine di GRTgaz e Terega (Snam)
[leggi tutto…]

Eni rinnova il contratto per il gas dall’Algeria

L’Italia potrà contare sul gas algerino almeno fino al 2027
[leggi tutto…]