Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa In Libia nuovo stop per Eni & C
25/04/2017 - Pubblicato in news internazionali

Sembrava fatta per la riapertura del giacimento di Al Feel (meglio noto come Elephant), partecipato da Eni al 33.3% in Libia e chiuso da due anni. Invece la National oil company libica ha smentito le indiscrezioni. Elephant non riceve energia elettrica necessaria per tornare in funzione, perché l’impianto di El Sharara, gestito da Repsol, a sua volta è inattivo. Economicamente per la Libia è un mancato introito di circa 4,5 miliardi di dollari/anno. Il motivo per cui Repsol ha chiuso El Sharara sembra essere legato a questioni di sicurezza: l’accesso ai giacimenti dipende dalle milizie Zintan, che controllano la zona. Intanto le altre attività di Eni in Livia vanno avanti. Nei primi mesi dell’anno è stata avviata la piattaforma offshore nel giacimento di Bouri (Eni 50%); per il prossimo anno è previsto l’avvio della produzione del giacimento di Bahr Essalam (Eni 50%).

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Intervista a Claudio Descalzi (ceo Eni): “ A Ravenna il più grande hub della C02 al mondo”

Descalzi spiega come l’emergenza del coronavirus abbia imposto un’accelerazione sulla trasformazione energetica: “dobbiamo definitivamente allontanarci dalla volatilità delle fluttuazione del prezzo del petrolio che ci sta bloccan
[leggi tutto…]

Nell’Oil&Gas l’imperativo è cambiare pelle

Non ci sono soltanto le società americane dello shale oil ad accusare il colpo della crisi, basti pensare alle svalutazioni anticipate da BP, che potrebbero raggiungere 19,5 miliardi nel secondo trimestre
[leggi tutto…]

Energia, Patuanelli e Confindustria <<Avanti investimenti e taglio costi>>

Un impulso alla transizione energetica. Con il via libera da parte del Governo a misure che potranno ridurre il nostro gap di costi nei confronti degli altri paesi, a cominciare dai settori gasivori.
[leggi tutto…]