Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa In Libia nuovo stop per Eni & C
25/04/2017 - Pubblicato in news internazionali

Sembrava fatta per la riapertura del giacimento di Al Feel (meglio noto come Elephant), partecipato da Eni al 33.3% in Libia e chiuso da due anni. Invece la National oil company libica ha smentito le indiscrezioni. Elephant non riceve energia elettrica necessaria per tornare in funzione, perché l’impianto di El Sharara, gestito da Repsol, a sua volta è inattivo. Economicamente per la Libia è un mancato introito di circa 4,5 miliardi di dollari/anno. Il motivo per cui Repsol ha chiuso El Sharara sembra essere legato a questioni di sicurezza: l’accesso ai giacimenti dipende dalle milizie Zintan, che controllano la zona. Intanto le altre attività di Eni in Livia vanno avanti. Nei primi mesi dell’anno è stata avviata la piattaforma offshore nel giacimento di Bouri (Eni 50%); per il prossimo anno è previsto l’avvio della produzione del giacimento di Bahr Essalam (Eni 50%).

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]

Cipro, il fronte del mare. Così la corsa al gas accende incubi di guerra

Dalla scoperta del gas nel 2011 l’isola di Cipro è sempre di più il terreno di confronto tra sfidanti ben più potenti dei suoi residenti, divisi  da una linea di demarcazione da oltre cinquanta anni, turco-ciprioti e greco-
[leggi tutto…]